Tossicità del farmaco

Sappiamo, che una singola molecola potrebbe essere sufficiente per attaccare il DNA cellulare e farlo mutare. Una cellula mutata può moltiplicarsi in milioni e portare il corpo a morire di cancro. è vero, anche se non del tutto. Il DNA in ciascuno dei miliardi di cellule del nostro corpo è danneggiato da radiazioni ionizzanti o sostanze chimiche. Intendo solo radioattività naturale e sostanze chimiche naturali. Le cellule viventi sono il risultato dell'evoluzione, che ha fornito loro uno strumento meraviglioso – la capacità di controllare e riparare o sostituire frammenti di DNA danneggiati. Certo, possiamo esporci a radiazioni o sostanze chimiche che causano cambiamenti irreversibili. Allora saremo effettivamente a rischio. Tuttavia, la probabilità di un tale sviluppo è estremamente ridotta per la maggior parte delle persone, in modo che possiamo praticamente ignorarli.

Ossigeno, una sostanza necessaria per la vita, è molto più pericoloso di molte altre sostanze, eppure assorbiamo grandi quantità di questo gas ogni giorno. Ossigeno, con un piccolo aiuto”, può attaccare quasi tutto, comprese molte parti di cellule, perché crea gruppi pericolosi, chiamati radicali liberi. Sono molecole estremamente reattive con un elettrone spaiato, capace di reagire con quasi tutto. Tuttavia, non dobbiamo aver paura dell'ossigeno in questa forma, perché i nostri corpi hanno molti antiossidanti, che neutralizzano i radicali liberi. Allo stesso modo, siamo dotati di un ottimo sistema di difesa che ci protegge da veleni e sostanze indesiderabili ingerite con il cibo.

Piante e animali, che mangiamo, non sono stati progettati con questo in mente, che possiamo mangiarli tranquillamente. Piuttosto, dobbiamo adattarci alla realtà. Naturalmente ci sono veleni naturali che sono così pericolosi, che anche un piccolo numero di loro può uccidere. Ci sono molte sostanze tossiche nel cibo che mangi, ma sono presenti in quantità troppo piccole, essere in pericolo di vita. Tuttavia, il corpo deve renderli innocui, cosa che fa con leggere modificazioni che portano alla formazione di sostanze più facilmente solubili in acqua (un esempio di paracetamolo). Grazie a questo, i reni possono filtrarli ed espellerli all'esterno.

Tutte le sostanze nocive sono trattate in modo simile. Spiega, perché non ci viene il cancro anche allora?, quando assumiamo sostanze, che lo ha indotto nei topi di laboratorio. Tuttavia, vengono somministrate grandi quantità di sostanze nocive, e affrontiamo le stesse sostanze chimiche nella nostra vita quotidiana, ma con una concentrazione molto più bassa. Quindi anche l'esposizione quotidiana a queste sostanze non porta necessariamente al cancro, perché il sistema di difesa del corpo può affrontarli facilmente. È anche probabile, quella – a differenza dei ratti – meccanismi di difesa avanzati sono incorporati nei geni umani. Domande simili possono essere poste sulle risposte ai farmaci. Perché una persona si riprende da una dose del farmaco?, mentre un altro soffrirà di effetti collaterali o non tollererà affatto il farmaco? La risposta sta nei nostri geni e questo, come ci hanno "armati"”, per contrastare l'avvelenamento con prodotti chimici. Un metodo di disintossicazione consiste nel modificare il composto estraneo attaccandovi un gruppo acetile, rendendolo più solubile in acqua. L'effetto dei gruppi acetile sulla solubilità può essere visto nell'esempio della morfina e della sua controparte acetilata, diamorfine. L'enzima responsabile dell'acetilazione naturale è dovuto a una leggera differenza su un cromosoma.

Negli asiatici, l'acetilazione è solitamente veloce. Per americani ed europei è più lento. La debole capacità di acetilazione può mettere a rischio alcune persone. Nella prima parte di questo secolo, i lavoratori della tintura erano esposti alla benzina e all'ortotoluidina. Entrambe queste sostanze possono causare il cancro alla vescica. Le persone con maggiori capacità di acetilazione erano meno a rischio. Trovato, che con 23 di coloro che sono morti di questa malattia in Gran Bretagna, 22 aveva una scarsa capacità di acetilazione, quindi i loro organismi avevano un livello più alto di sostanze cancerogene più a lungo.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *